MF141 LogoSocial

 

 

Scendono ancora i Tassi dei Mutui ed aumentano le surroghe.

Scendono ancora i tassi di interesse sui mutui per la casa.

 

Ad aprile si sono attestati al 3,63%, a marzo erano pari allo 3,7%. A renderlo noto è Banca d’Italia, diffondendo i dati sull'andamento dei prestiti nel nostro paese. Il Taeg medio registrato è del 3,6% contro il 3,9% di un anno fa.

 

Nel dettaglio, la Banca d’Italia ha fatto sapere: "i tassi d'interesse, comprensivi delle spese accessorie, sui finanziamenti erogati dalle banche in aprile alle famiglie per l'acquisto di abitazioni sono stati pari al 3,63% (3,70% nel mese precedente); quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo al 9,37% (9,53% a marzo)".

 

E ancora: "i tassi d'interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie di importo fino a 1 milione di euro sono risultati pari al 4,28% (4,20% a marzo); quelli sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia al 2,66% (2,89% a marzo). I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono stati pari allo 0,89% (0,94% a marzo)".

 

Ma quali sono i migliori tassi variabili e fissi?

Secondo l'ultimo osservatorio sul mercato dei mutui, il miglior tasso variabile a 10 anni si attesta a un tasso nominale del 2,41% con un Isc (indice sintetico di costo) del 2,69 per cento; per 20 anni l'isc passa al 2,63%; per 30 anni al 2,7 per cento.

 

I migliori tassi fissi, invece, si attestano - a seconda della durata - rispettivamente al 4,22%, al 4,78% e al 4,91 per cento. I tassi si riferiscono a un importo di 100mila euro che copre il 50% del valore della prima casa chiesto da un impiegato di 35 anni, milanese.

 

Abbiamo poi rilevato che, nei primi cinque mesi dell'anno, è raddoppiata la percentuale di erogazioni per sostituzione e surroga. Il 63,7% delle richieste sono relative alla prima casa e il tasso con cap è salito dal 7,6% all'8,8% delle preferenze di chi cambia il proprio prodotto mutuo.