MF141 LogoSocial

 

 

Dopo l’anno nero tornano a crescere mutui e disponibilità all’acquisto

Compravendite e fatturato in calo nel 2013. Napoli e Genova le città con le maggiori difficoltà, mentre crescono Milano e Bologna. Ma a inizio 2014 tornano ad aumentare i mutui erogati.


2013 anno nero del mercato immobiliare: le 
compravendite sono calate del 9,2% rispetto all’anno precedente, tornando ai livelli del 1985; mentre il fatturato è sceso del 10,8%, a 65,7 miliardi di euro contro i 75,1 del 2012.

Le città dove la flessione delle compravendite è stata maggiore sono state Napoli (-15,2%), Genova (-10.3%), Torino (-8,2%), Roma (-7,3%) e Palermo (-7,0%). In crescita invece a Milano (+3,4%) e Bologna (+1,5%).

PRIMI SEGNI DI RIPRESA - Tra i pesanti segni negativi ne emergono però alcuni positivi. L’indice di "affordability" – della possibilità di acquistare casa, che dipende dal reddito disponibile, dai prezzi delle case e dall’andamento dei tassi di interesse – è salito al 6,7% dal 4,6% del 2012. 

Altro segnale che fa sperare in una ripresa del mercato è l’andamento dei mutui: nel primo trimestre del 2014, infatti, i mutui erogati dalle banche sono aumentati del 20% rispetto allo stesso periodo del 2013.